Alla Scuola media Geo Cenci aperta la prima aula di informatica con software Linux: vecchi computer recuperati e software libero.

Vecchi computer recuperati e software libero: il progetto avviato nell'ottobre 2009 grazie alla collaborazione tra il Consiglio d'Istituto, Dirigente scolastico e docenti della Scuola media riccionese e i soci dell'Associazione RiminiLug.

E' aperta e funzionante dal 28 settembre scorso la prima aula informatica scolastica con software Linux. E' stata allestita nella Scuola media "Geo Cenci" di Riccione, grazie ad un progetto avviato nell'ottobre del 2009, fortemente sostenuto dai genitori in Consiglio d'Istituto della scuola media, dal Dirigente scolastico e dai docenti.

L'aula si trova nella sede di viale Alghero, una delle quattro sedi della scuola, ed è stata realizzata grazie all'investimento di appena un decimo del contributo volontario versato dai genitori alla scuola per l'anno scolastico 2009/2010 e, soprattutto, grazie alla disponibilità e al lavoro dei soci dell'Associazione Culturale RiminiLug che hanno recuperato i vecchi computer e configurato il nuovo server, sfruttando le potenzialità di gestione centralizzata del sistema operativo UBUNTU LTSP (Linux Terminal Server Project).

Oggi l'aula è uno strumento didattico multimediale in grado di utilizzare programmi didattici assolutamente gratuiti (opensource) a cui l'architettura Linux permette di accedere anche utilizzando i vecchi personal computer.


Foto della nuova aula di informatica della Scuola media Geo Cenci

In alto da sinistra: Prof.ssa Del Bianco Fosca, Socio RiminiLUG (Installazione Linux); Giuseppe Ferrara, Vice Presidente Consiglio d'Istituto Scuole medie "Geo Cenci"(genitore); Giorgio Astolfi, Presidente Consiglio d'Istituto Scuole medie "Geo Cenci" (genitore); Sergio Giuliani.
In basso da sinistra: Sara Visentin, Assessore comunale ai sistemi informativi territoriali; Ilia Varo, Assessore politiche scolastiche.

Leggi l'articolo su Altarimini.it

Linux alla Geo Cenci di Riccione
Tag:             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *